Mihajlovic: "Qui c'è sole o diluvia. L'Inter? Un treno da far deragliare"

"Se la giocheranno tutti e quattro fino al 28 maggio, anche perché Higuain e Dzeko hanno alle spalle squadre che portano in area tantissimi palloni". "Il Toro in casa è un altro Toro, e cercheremo, con l'aiuto dei nostri tifosi e con tutte le nostre forze, di vincerla". Abbiamo più coraggio e personalità. Valdifiori sta meglio ma deve ancora trovare la giusta condizione, Iturbe e Ljajic sono ok. Davanti avremo una squadra che è più forte di noi: sappiamo i loro pregi e difetti, sarà sicuramente una bella partita, giocata a viso aperto. Loro hanno una rosa per il terzo posto, hanno tutto: qualità, talento, fisico. Dal suo arrivo, Pioli ha sfruttato subito un calendario abbordabile ed è stato bravo a fare il massimo dei punti, così la squadra ha fatto il pieno di fiducia. Possono lottare per lo scudetto per la prossima stagione... O splende il sole o piove: ci manca equilibrio. Parola dei quotisti, che per la prima gara del sabato piazzano a quota bassissima Over (1,47) e Goal (1,45), con solide motivazioni: il Torino arriva da cinque Over di fila, mentre i Goal consecutivi sono sei. "Ho le mie colpe, ma non siamo stati fortunati". Cambiare modulo? Non vedo perché dovremmo cambiarlo.

INTER (4-2-3-1) Handanovic; D'Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi; Kondogbia, Gagliardini; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. Sull'atteggiamento da tenere contro la squadra di Pioli, Mihajlovic ha aggiunto: "Se sarà simile a quello visto con la Lazio?". Può giocare in tandem con Belotti?

Sorteggio quarti Champions League, simulazione 'Sky': Juve contro il Bayern Monaco
Le gare di andata dei quarti sono in programma l'11 e 12 aprile , mentre le partite di ritorno si disputeranno il 18 e 19 aprile . Non mancheranno approfondimenti e interviste a caldo ai protagonisti che commenteranno quanto deciso dalle urne.

Mihajlovic ha poi approfondito il discorso sugli avversari di domani: "Sono convinto che all'Inter non manchi nulla per arrivare in alto".

Aldo Serena, domani alle 18 Belotti e Icardi saranno di nuovo uno di fronte all'altro. Prima viveva per il gol e non era così partecipe al gioco di squadra, da quando è capitano e in particolare in questa stagione, si è responsabilizzato, è diventato un riferimento, un uomo squadra. "Ha dimostrato di essere il più forte attaccante della Serie A, può diventare tra i migliori anche a livello europeo".


Popolare

COLLEGARE