Migranti, Gentiloni: non mi rassegno a un'Europa a due rigidità

Il premier Paolo Gentiloni dice noalle rigidità europea con le "virgole" sui bilanci e no ala "rigidità distratta" sui temi dell'immigrazione il cuiapprofondimento non rappresenta una "pretesa" dell'Italia ma unadecisione comune presa dall'Unione. "Non è una decisione da prendere domani, è risposta di prospettiva a rischio impasse".

Gentiloni ammette che l'Italia non è la prima della classe ma - sottolinea - "non accettiamo lezioni". Si riparte dal nocciolo duro. La Spagna debutta invece oggi proprio a seguito di una lunga crisi politica che ha costretto gli spagnoli a tornare al voto per ben due volte in un anno. La dichiarazione che verrà firmata a Roma il 25 marzo segnerà quindi uno stop al processo di integrazione di tutti.


Popolare

COLLEGARE