L'Australia si prepara al ciclone Debbie

Le autorità hanno sgomberato 3500 persone e ordinato l'allontanamento dalle zone a rischio di ameno 25mila residenti. Almeno 23 mila abitazioni sono senza elettricità. Le circa 3.500 persone sfollate sono state allontanate da citta' come Home Hill e Proserpine, un centinaio di chilometri a sud da Townsville, punto di partenza delle escursioni verso la Grande Barriera Corallina. È quanto ha annunciato il primo ministro Malcolm Turnbull al parlamento a Canberra, aggiungendo che l'Australian Defence Force ha istituito una task force congiunta. Decine di migliaia di persone sono state evacuate dalla regione. Il ciclone è stato dichiarato una catastrofe dall'Insurance Council of Australia che rappresenta le società di assicurazione e ha avvertito che, pur non essendoci alcuna stima dei danni, precedenti cicloni tropicali sono costati miliardi di dollari.

La Polizia del Queensland ha già riportato una vittima mortale in un incidente stradale associato alla tempesta. Meteoweb scrive ancora che "Oltre ai venti violenti e alle piogge torrenziali "Debbie" durante la fase del "landfall" ha generato potenti mareggiate che hanno flagellato le coste centro-meridionali del Queensland che hanno sollevato un imponente moto ondoso, con onde di "mare vivo" alte anche più di 6-7 metri". Migliaia di persone hanno lasciato nelle ultime ore il Nord Australia prima dell'impatto.


Popolare

COLLEGARE