IMA, conti in salita nel 2016. Proposto dividendo di 1,6 euro

Il Cda ha proposto il mantenimento del dividendo a 0,46 euro.

A metà febbraio è stato attivato un progetto volto ad incrementare la proposta commerciale nell'area della Romagna a partire dal potenziamento dell'offerta dei prodotti ittici freschi, avviando nella sede storica di via Spagna a Rimini una nuova struttura operativa, in cui sono confluite anche le attività (specializzate nella commercializzazione di molluschi freschi) precedentemente svolte dalla filiale MARR Baldini.

Nel commentare l'andamento del Gruppo al 31 dicembre 2016 Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di IMA, ha dichiarato: "Siamo molto soddisfatti dei risultati conseguiti nell'esercizio 2016: abbiamo incrementato i ricavi e gli utili, mantenendo sempre grande attenzione alle esigenze dei nostri clienti ed investitori". La consistenza della cedola che la società metterà in distribuzione è maggiore rispetto a quella di un anno fa (dividendo IMA 2016 relativo all'esercizio 2015 fu pari a 1,4 euro).

L'utile netto di pertinenza del Gruppo risulta pari a 202 milioni di euro, +17% rispetto a 173 milioni dell'esercizio precedente.

Sedute spiritiche per stupri di gruppo: l'arresto del 'Mago'
Durante le sedute la giovane, che all'epoca dei fatti era minorenne, è stata narcotizzata e violentata. Assieme a manuali di "magia pratica", tarocchi , manoscritti con invocazioni pseudo-esoteriche.

Il portafoglio ordini consolidato al 31 dicembre 2016 ha raggiunto i 766,2 milioni di euro (+17,9% rispetto ai 649,9 milioni al 31 dicembre 2015).

L'indebitamento finanziario netto è passato dai 10 milioni del 2015 agli 8 milioni del 2016, dopo il pagamento di dividendi per un ammontare totale pari a 78 milioni di euro e il riacquisto della restante quota minoritaria (20%) nella joint-venture del Sud Est Asiatico e Korea. Alla data del 31 dicembre 2016 presentano un portafoglio ordini pari a 58,7 milioni di euro.

A fine 2016 TamburiIP poteva contare su un patrimonio netto (escluse le quote di minoranza) di 420,29 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai 364,28 milioni di inizio anno.


Popolare

COLLEGARE