Gianluca Cigna difende compagno di squadra da insulti razzisti: picchiato

Un calciatore Gianluca Cigna è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Gianluca Cigna (foto da Facebook Udas), capitano dell'Atletico Villaretto (squadra che gioca nel campionato di terza categoria piemontese), è stato infatti aggredito ieri pomeriggio da un avversario della Mappanese, che lo avrebbe atteso fuori dal campo insieme ai genitori dopo la partita tra le due squadre. Ha riportato una frattura nella parte orbitale superiore, all'altezza del sopracciglio, ed è stato operato per la rimozione di una scheggia che rischiava di ledere l'occhio. I medici temono che a causa del trauma subito, il 28enne possa perdere un occhio o avere comunque danni irreversibili alla vista. Secondo i compagni di squadra, all'origine della rissa ci sarebbero proprio le frasi razziste rivolte dagli avversari a un giocatore di colore del Villaretto. Su Fb, però, un dirigente della squadra sotto accusa, sottolinea che la versione circolata sull'accaduto è sbagliata. La rissa è stata sedata dagli agenti di polizia arrivati sul posto. E ha confermato nel suo racconto il legame con gli episodi di razzismo avvenuti durante la partita. "C'erano stati battibecchi in campo ed era stata chiamata la polizia, a fine partita erano state prese le generalità di chi si era pronunciato con queste cose razziste".

"Uscendo dall'impianto sportivo, l'avversario ha ripreso a stuzzicarmi. Lo stesso ragazzo mi ha dato un pugno e mi ha sfasciato il cranio", racconta ancora Cigna.

Il crollo del cavalcavia sull'A14, oggi le autopsie sui corpi delle vittime
La società appaltatrice, la Delabech , è peraltro nota a livello internazionale per la sua professionalità ed esperienza. Nel cedimento sono rimasti feriti anche tre operai che stavano effettuando lavori di manutenzione sul cavalcavia .

Al momento le forze dell'ordine non hanno raccolta nessuna denuncia.


Popolare

COLLEGARE