Buffon: "Non mi ritiro perché voglio la Champions"

Con 39.681' raggiunti durante Sampdoria-Juve, Buffon ha superato Boniperti diventando il calciatore bianconero con più minuti giocati in Serie A.

"Sono molto contento di aver raggiunto questa quota, è chiaro che se la si raggiunge con una quota vincendo dei trofei fa ancora più piacere".

Tripletta italiana nel gigante di Aspen
Grande chiusura nella gigante di coppa del mondo di Aspen per le azzurre che realizzano una fantastica tripletta. Per lei: terza vittoria stagionale e 6° podio.

"Ne vado orgoglioso. Ciò nonostante, mi auguro di avere ancora moltissimi importanti minuti davanti a me da poter aggiungere". Non ho certezza di cosa succederà. Ho degli obiettivi a breve scadenza e voglio raggiungerli; poi, per altri discorsi, guarderemo più avanti. Come ruolo può essere paragonato all'arbitro. Ed è anche giusto farlo, perché ai quarti di finale di Coppa questi sono gli eventi che ti danno la misura di quello che sei e che vali. Per me fare una papera è uno shock. Una squadra, la Samp, con molta tecnica e con un'idea chiara di gioco. "Oggi era troppo importante portare a casa i tre punti". "Nei prossimi anni avremo una nazionale di grande livello, una delle più forti dell'ultimo ventennio". Questa battaglia interiore mi porta forti motivazioni. Vincere in Europa, alzare la Champions è uno stimolo, oltre che un obiettivo: da anni mi chiedo cosa mi spinga ancora a giocare. "Se avessi vinto la Champions sarei svuotato, è una cosa che mi sprona". La psicologia dovrebbe studiare questo ruolo. E dall'attualità, si passa a parlare di infanzia: "Mangiavo così tanta mortadella e orsetti gommosi che è un miracolo non sia ingrassato". Le proprietà straniere in Italia? Il portiere della Nazionale ha parlato apertamente non solo del suo mestiere, ma anche del calcio italiano, non risparmiando attacchi all'Inter, al Milan e alla Roma.


Popolare

COLLEGARE