Brescia, esonerato Brocchi: al suo posto c'è Gigi Cagni

"Il primo pensiero va a Brocchi". Così, a due mesi dalla conclusione del campionato e dopo la fatale sconfitta contro la Salernitana, l'ex centrocampista ha ricevuto la lettera di dimissioni da parte del Brescia che lo ha esautorato dall'incarico affidando la panchina al più esperto Gigi Cagni.

Queste le parole del neo allenatore del Brescia Gigi Cagni alla vigilia della suola nuova avventura: "Brocchi ha fatto bene, l'ho capito dal comportamento dei ragazzi. La mia squadra potrà anche retrocedere ma non permetterò a nessuno di criticarci sul piano dell'impegno". I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti.

Sei Nazioni, l'Italia perde ancora
Stavolta è la Francia a passare all'Olimpico per 40-18: per gli azzurri è la quarta sconfitta dopo quelle con Galles, Irlanda e Inghilterra.

"Abbiamo ringraziato Cristian per il lavoro svolto - ha sottolineato il presidente Triboldi - ma purtroppo siamo stati costretti a cambiarlo: Gigi ci ha seguito molto nelle partite precedenti e tornare a Brescia con determinazione ed energia siamo arrivati senza indugio su questa scelta". Credo in questo progetto, sono venuto con l'entusiasmo tipico di un giovane, inoltre sono di Brescia e per 13 anni ho vestito questa maglia. Anziano? So di mettermi in gioco e rischiare tanto.


Popolare

COLLEGARE