Auto,anche a febbraio Fca meglio del mercato europeo con un +8,7%

Sono state vendute 1.114.443 vetture, un numero poco distante dai livelli di febbraio 2008, subito prima della crisi.

Positivo l'andamento del mercato italiano, cresciuto del 6,2%, mentre Francia e Germania hanno visto diminuire le immatricolazioni (rispettivamente -2,9% e -2,6%). Tra gli altri l'Austria segna +12,5%; Cipro +11,8%. Nei primi due mesi dell'anno le registrazioni di auto in Europa sono cresciute del 6,2%, a 2.248.040 veicoli. Leggermente in aumento la Spagna, mentre il Regno Unito segna una flessione dello 0,3 per cento.

Lancia/Chrysler a febbraio ha venduto 7.300 vetture, un +5,3% rispetto all'anno scorso, per una quota dello 0,7%. Altrettanto positivo il risultato nei primi due mesi dell'anno: quasi 172mila le immatricolazioni con un aumento dell'11,8% in un mercato cresciuto del 6,1 per cento. Il gruppo ha immatricolato 88.000 vetture, in crescita dell' 8,7% rispetto al +2,1% del mercato europeo. "Questa quota è la migliore dal marzo 2010 e permette a Fca di raggiungere il quarto posto in Europa tra i costruttori", ha precisato il gruppo. Panda e 500 sono le city car più vendute in Europa (insieme hanno ottenuto una quota del 32,5% nel segmento A) e la 500L la più venduta del suo segmento, con il 32,2% di quota. Una bella spinta alle immatricolazioni arriva dai nuovi Paesi Ue, quelli entrati nell'unione dopo il 2004, che da soli registrano un +15,9% a febbraio 2017; in particolare si segnala il buon momento di Romania (+62,8%), Ungheria (+20,7%) e Slovacchia (+24,4%).


Popolare

COLLEGARE