Addio Chuck Berry, uno dei re del rock n'roll

Chuck Berry, icona del rock e autore di successi intramontabili, si è spento a 90 anni a Saint Louis. Alcuni dei classici di Berry, che sono stati oggetto di centinaia di artisti nel corso dei decenni, includono "Johnny B Goode" e "Roll Over Beethoven". Inutilmente. L'uomo è stato poi identificato come Chuck Berry.

Rimane iconica la sua canzone Johnny B. Goode cantata da Michael J. Fox nel film ritorno al Futuro. Quelli nati tra gli Ottanta e i Novanta magari penseranno a John Travolta e Uma Thurman che in "Pulp Fiction" duellano in pista di ballo sulle note di "You Never Can Tell".

Per chi si era perso gli anni d'oro del rock and roll e del suo ideatore più rappresentativo, Chuck Berry, datati a metà dello scorso secolo, ha rimediato il regista statunitense Robert Zemeckis quando propose sul grande schermo la trilogia Back to the Future (1985).

Chuck aveva 90 anni e un nuovo disco in uscita, interamente inedito, intitolato semplicemente "Chuck". Il Rock N Roll fu una rivoluzione epocale e Chuck Berry ne fu il maggior responsabile. Le qualita' del genio musicale. E la sua formula perfetta passava obbligatoriamente per una chitarra virtuosa, che affondava la sua base nel country, spiccava il volo con il blues ed echeggiava da ogni jukebox grazie a versi diretti, brevi, accessibili, diventando l'inno di una generazione di adolescenti. E' il vento che soffierà impetuoso negli anni sessanta. A lui si sono resto uniti Brian Wilson dei Beach Boys, Keith Richards, Ringo Starr, Slash dei Guns N' Rosese non potevano mancare i Rolling Stones per cui Berry è sempre stato una grandissima fonte d'ispirazione.


Popolare

COLLEGARE