Snapchat si prepara al debutto in borsa: l'obiettivo è raccogliere 3 miliardi

Il gruppo a capo della app punta a quotarsi mettendo in vendita titoli per tre miliardi di dollari. Morgan Stanley, Goldman Sachs, JPMorgan, Deutsche Bank, Barclays, Credit Suisse e Allen & Co sono gli underwriter dell'Ipo e agiranno come joint bookrunner.

Ovviamente l'offerta pubblica iniziale non farà cambiare in alcun modo la gestione, che resterà nelle mani dell'amministratore delegato Evan Spiegel e del cofondatore Bobby Murphy, i quali avranno una quota di 5,5 miliardi di Dollari a testa. La società sarà indicata nella NYSE (New York Stock Exchange) sotto il simbolo SNAP, e venderà azioni prive di valore di voto, caso unico nel suo genere. L'anno scorso, Snapchat ha registrato perdite per 515 milioni di dollari. Ma è aumentato anche il rosso: le perdite nel 2016 hanno raggiunto 514 milioni di dollari contro i 373 milioni di dollari nel 2015.

L'omicidio di Vasto, il vescovo: "La colpa è della giustizia lenta"
All'incrocio tra viale Giulio Cesare e corso Mazzini, però, venne travolta dalla Fiat Punto guidata dal ventenne Italo D'Elisa . Così la decisione di farsi una giustizia sommaria che non darà sollievo a nessuno se non a far crescere il dolore .

Nel quarto trimestre dell'anno, Snapchat ha annunciato di avere 158 milioni di utenti attivi al giorno. Da quel momento, Snapchat ha visto crollare le visualizzazioni dal 20 - 30 per cento al 40 per cento (secondo la società di analisi 'Delmondo').

A quanto pare, Snapchat sta soffrendo la concorrenza degli altri social, in particolare di Instagram.


Popolare

COLLEGARE