Lazio, Inzaghi: "Derby? No, l'imperativo è vincere contro l'Udinese"

I friulani affrontano infatti la Lazio, squadra in piena corsa per un posto in Europa, che all'andata sconfisse 3-0 i bianconeri, allora allenati da Beppe Iachini, esonerato proprio dopo la gara contro i biancocelesti. Immobile si sta piano piano avvicinando a quota 20 reti, un traguardo che gli garantirebbe un premio di 2 milioni, come previsto nel suo contratto. Vittoria importante, voluta, siamo stati meno lucidi ma sempre sul pezzo non concedendo nulla ai loro attaccanti. "I due centrali sono esperti, l'Udinese no è un avversario semplice". Il ragazzo cresciuto nella Primavera si è ben disimpegnato nella distribuzione di palloni non facendo rimpiangere eccessivamente la squalifica di Biglia. Dopo 7 minuti è di Zapata la prima chance: attento Strakosha. Esprimiamo un ottimo calcio ma dobbiamo continuare. Il bomber napoletano comunque spiazza il portiere e porta in vantaggio la Lazio. Dal dischetto Ciro Immobile non sbaglia e batte Karnezis.

Tre punti fondamentali che lanciano la Lazio a 50 punti.

TABELLINO LAZIO (4-3-3): Strakosha 6; Patric 6 (59' Basta 6 ), De Vrij 6,5, Hoedt 6 (59' Milinkovic-Savic 6), Radu 6 (77' Wallace 6); Murgia 6, Parolo 6, Lulic 6; Felipe Anderson 5,5, Immobile 6, Keita 6. A disposizione: Vargic, Adamonis, Bastos, Lukaku, Crecco, Mohamed, Lombardi, Luis Alberto, Djordjevic.

UDINESE Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Badu, Kums (dal 66' Ali Adnan), Jankto; Matos (dal 73' Perica), Zapata, Thereau (dal 59' Fofana). All. A disposizione: Perisan, Scuffet, Angella, Gabriel Silva, Heurtaux, Balic, Ewandro.

AMMONITI: 45'+1 Hoedt (L), 55' De Vrij (L), 71' Ali Adnan (U), 78' Danilo (U), 90'+3 Jankto (U).


Popolare

COLLEGARE