La Piaggio ha inventato il robot che ti segue

Si chiamerà Gita. A sfornarlo è Piaggio Fast Forward, società nata da una costola del gruppo, specializzata in soluzioni all'avanguardia, e avanzato centro di ricerca sulla mobilità del futuro con sede a Boston, negli Usa.

Chi sogna già di non dover più trascinare un ingombrante trolley, deve sapere, però, che per il momento Gita non è stato annunciato per il grande pubblico (a meno che il 2 febbraio Piaggio Fast Forward non faccia comunicazioni che smentiscano tale decisione). Le "specifiche tecniche", se tali si possono definire, affermano che il robot è in grado di trasportare un peso massimo di 18 Kg, con una velocità di punta che arriva fino a 35 Km/h, caratteristiche perfette per portare una valigia in aeroporto o la spesa verso casa.

La prima creazione si chiama Gita e può essere definito un drone capace di muoversi autonomamente grazie ad un tecnologia simile a quella delle auto a guida autonoma che sfrutta telecamere e sensori.

Generazioni di Italiani ne hanno posseduta una e anche adesso, fra remake di vecchi modelli e tentativi di imitazioni, il brand è iperconosciuto in tutto il mondo.

La Piaggio ha inventato il robot che ti segue

Come potete vedere nell'immagine, Gita è a conti fatti un dispositivo robotico per il trasporto di oggetti ed è dotato di un design decisamente accattivante che, all'apparenza, gli dona l'aspetto di un grosso trolley rotondeggiante.

Per seguire il suo "padrone" o muoversi in maniera autonoma Gita utilizza una cintura con fotocamera indossata dall'operatore umano che serve per creare, come visto, un ambiente 3D.

Piaggio Gita è la risposta attuale a una domanda che ci porrà la mobilità del prossimo futuro. Ad oggi Gita è solo un prototipo e tra qualche mese partiranno le sperimentazioni in ambito business: non è da escludere in ogni caso una evoluzione in chiave consumer.


Popolare

COLLEGARE