Incendio alla fabbrica produttrice di batterie per i Galaxy Note 7 — Samsung

Per Samsung i problemi non finiscono.

Un incendio è scoppiato stamani nella fabbrica di Tianjin, in Cina, nella quale si producono le batteria dello smartphone Samsung Galaxy Note 7.

L'anno 2016 si è concluso nel peggiore dei modi per il gruppo Samsung: lo scandalo Galaxy Note 7 ha lasciato delle ferite piuttosto profonde all'azienda, che ha rischiato il collasso. Altri giurano che l'incendio si è invece innescato nell'ala produttiva, quella in cui si stanno fabbricando le batterie per il nuovo top di gamma.

Elkann attacca l'Inter: "Anche se è abituata non sa perdere"
In Italia non esiste la cultura della sconfitta" oggi è intervenuto anche John Elkann , direttamente da Casa Agnelli: " E' stata una bella partita .

E proprio dai prodotti scartati, tra cui il componente difettoso montato sui phablet Samsung, si è generato l'incendio nello stabilimento cinese. Le autorità locali sono arrivate sul posto per monitorare la qualità dell'aria e valutare il possibile inquinamento. Sull'argomento seguiranno certamente degli aggiornamenti nei prossimi giorni, quel che è sicuro è che dopo il ritiro del Note 6 (costato a Samsung qualcosa come 5,3 miliardi di dollari) ora l'ennesimo problema della stessa natura non può più essere identificato come un caso.

L'incendio avvenuto da poco in Cina riguarda un magazzino di scarti e rifiuti e non uno stablimento di produzione, dunque l'azienda da questo punto di vista non dovrebbe aver subito alcun danno. Si tratta dello stesso modello che ha registrato diverse esplosioni nei mesi scorsi.

Ma saranno davvero sicure?


Popolare

COLLEGARE