Dl Banche, via libero definitivo della Camera dei deputati

"Il punto di caduta dei dem è stato e resterà quello delle banche. - ha osservato quindi il deputato Walter Rizzetto - Guardiamo quanto è accaduto alla ministra Boschi e a suo padre". Dispone, inoltre, interventi per il rafforzamento patrimoniale degli istituti di credito.

"Parlamento ha approvato decreto salvarisparmio". Piatto forte del provvedimento sono comunque le regole per la ricapitalizzazione precauzionale delle banche in crisi. "Il salario medio italiano corrisponde a circa 28 mila euro, moltiplichiamo per 15 dà circa 450mila euro". I parametri distinguono le banche non quotate da quelle quotate. Non dico che ci siamo pentiti del voto ai 20 miliardi di euro per salvare le banche, perché è stato un atto di responsabilità da parte nostra, ma il governo ha risposto alla solita maniera: incapaci, buoni a nulla, inefficienti, porteranno il Paese al baratro.

Viene prevista la riapertura dei termini per aderire ai rimborsi dell'80%, dovuti ai clienti dei 4 istituti di credito sottoposti a risoluzione (Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara, CariChieti) estendendo la scadenza per la presentazione della domanda per ottenere l'indennizzo fino al 31 maggio 2017. L'approvazione definitiva del provvedimento arriverà stamattina, come s'è stabilito con accordi informali tra i gruppi parlamentari che ieri hanno concluso i l confronto sui 45 ordini del giorno.


Popolare

COLLEGARE