Cambia il tempo, arrivano pioggia e neve

"Dopo una lunga assenza", avverte Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com, tornano le perturbazioni atlantiche che riporteranno la tanto agognata pioggia al Nord". E in alcuni casi, spiega Ferrara, "il deficit pluviometrico in alcuni casi supera l'80%".

Per questo non è mai facile redigere una previsione sul limite delle nevicate, perché esso dovrebbe essere compilato valle per valle, ma in linea generale quanto prevediamo non è molto lusinghiero per la fascia prealpina, che ha sperimentato settimane di freddo, per poi prendersi la pioggia alle basse quote.

I pazienti vengono scambiati Morti entrambi, avviata un'inchiesta
A nulla sono valse le cure portate dagli anestesisti-rianimatori presenti nei due reparti. Anche l'Asl Roma 5 ha avviato un'indagine interna per accertare la dinamica dei fatti.

Primi segnali di cambiamento: fino a mercoledì avremo ancora poche piogge, ma ci saranno i primi segnali di cambiamento con nubi in aumento al Centronord e qualche piovasco possibile tra Liguria e Toscana, sulla Venezia Giulia, ma sporadicamente anche su Valpadana. "Tempo sereno invece al Sud e sul medio versante adriatico, tanto martoriati dal maltempo nei giorni scorsi". Una vera e propria perturbazione atlantica che porterà neve diffusa sulle Alpi, prima sopra i 1200 metri, ma in calo fin sopra i 700/900 metri dal 4/5 febbraio.

Nelle vallate strette e superiori si potrà scendere anche sin sotto i 1000m localmente, soprattutto nelle ore notturne, con occasionali sconfinamenti anche nei fondovalle, ma nel complesso il limite sarà quello indicato. Grazie ai venti più miti meridionali, le temperature subiranno un aumento importante su tutte le regioni. Il vero freddo si allontanerà sull'Europa più orientale.


Popolare

COLLEGARE