Corona torna alla carica dopo le ammissioni: "Ora scarceratemi"

L'ex 're dei paparazzi' è stato arrestato il 10 ottobre con l'accusa di intestazione fittizia di beni, in relazione al ritrovamento di un milione e 700mila euro in contanti nel controsoffitto di un immobile riconducibile a una sua collaboratrice, Francesca Persi. Il gip di Milano Paolo Guidi ha, infatti, respinto la sua istanza di scarcerazione. Corona ha sempre compagnia. Non solo: l'ex fotografo ha rivelato al giudice che i conti in Austria sono due, e non uno come emerso dall'ordine di arresto, dando il suo consenso alla rogatoria internazionale per permettere ai magistrati di rintracciare e porre sotto sequestro il suo "tesoretto" austriaco. Secondo i difensori dell'imprenditore, non sussistono le esigenze cautelari, visto che nell'interrogatorio di garanzia sostenuto giovedì a San Vittore è stato lo stesso Corona ad ammettere che i soldi rinvenuti dalla Guardia di Finanza, per un totale che supera i due milioni e mezzo di euro, sono il frutto di guadagni in nero. "Se tornassi in galera sarebbe un problema e di certo sarebbe meglio non parlarne in tv", dichiara Corona che, dopo essersi tolto una placca dalla bocca, spiega come abbia perso gran parte dei denti mentre si trovava in galera.

Don Mazzi è fiducioso sul futuro di Fabrizio Corona: "L'ho seguito tanto tempo in cella".

Già perché il "soggiorno" dell'ex Re dei Paparazzi in carcere se non può dirsi piacevole non è sicuramente nemmeno da incubo... Fuori dal carcere. Lui è entrato subito nel clima della comunità, si alzava, faceva un'ora di educazione fisica, lavorava 5 ore, puliva i cessi, ha fatto il suo dibattito e la riflessione.Pensavo che potessimo lavorare di più.

Insomma, sembra proprio che questa volta, sebbene ritornato in carcere, il destino sia stato più benevolo con Corona, almeno per quanto riguarda la location e la compagnia. "Ci vuole pazienza perché sono ragazzi che devono ricostruire la propria identità".


Popolare

COLLEGARE