Alessandro Solidoro lascia AMA

E' una laconica nota dell'Ama a darne la notizia.

Dopo il direttore generale Marco Rettighieri, anche Armando Brandolese, l'amministratore unico di Atac, l'azienda dei trasporti capitolina, ha rassegnato le proprie dimissioni. L'ultimo a gettare la spugna, in una giornata che a suo modo resterà negli annali, è l'amministratore unico di Ama Alessandro Solidoro, indicato dalla Giunta Raggi meno di un mese fa. Ma non finisce qua, perché anche Alessandro Solidoro, amministratore unico di Ama, la municipalizzata dei rifiuti di Roma dopo le dimissioni irrevocabili di Daniele Fortini, si è dimesso. La sua decisione di revocare il mandato al capo di gabinetto, Carla Romana Raineri, in seguito al parere dell'Autorita' Nazionale Anticorruzione, innesca una crisi in giunta: in rotta con la sindaca, si dimette l'assessore al Bilancio, Marcello Minenna. "Chiediamo che oggi stesso il sindaco Raggi venga a riferire in aula sulle dimissioni di un assessore fondamentale come quello al bilancio" e "qualora il Movimento 5 Stelle non dovesse accettare questa richiesta, il Pd abbandonerà l'aula", ha detto la capogruppo del Pd in Assemblea capitolina, Michela Di Biase, chiedendo la modifica dell'Odg. Se hanno scelto di dimettersi si tratta di ragioni personali.


Popolare

COLLEGARE