Candreva illumina, Icardi segna: l'Inter pareggia col Palermo

Arbitra Carmine Russo di Nola, calcio d'inizio alle ore 18. C'è un motivo però se l'Ajax in Olanda vince moltissimo ma in Europa non alza un trofeo di alcun tipo da decenni (quando, non è un caso, non erano tutti under 20).

Marcatori: Rispoli 48', Icardi 72'. Punto meritato per i ragazzi di Ballardini. Ballardini risponde con una formazione accorta, un 3-5-2 che diventa di fatto un 5-4-1 in fase di non possesso. Il tecnico romagnolo chiede corsa e sacrificio a Rispoli e Alesaami, che tamponano, si abbassano e ripartono.

Diretta Inter Palermo Streaming Gratis: lo sapevate che...

35′ - Miranda sfiora la rete con un ottimo colpo di testa con la palla che esce fuori di poco.

L'Inter è un cantiere aperto. Dall'85' Cionek s.v. Pochi minuti per il polacco: anche lui resiste a forcing finale dell'Inter. L'afa di San Siro poi blocca gli ingranaggi. Calcio italiano dove se non hai una grande difesa finisci per mettere in difficoltà amche un grande attacco, dove non puoi cambiare modulo ogni partita e come se non bastasse più volte nella stessa partita. Inter e Palermo sono appaiate a un punto in classifica.

Nella ripresa però è il Palermo a colpire. Al 43' grande azione di Eder, palla ancora per Medel che tira a botta sicura, palla ancora a lato. Ne viene fuori un sinistro sporco che sfrutta una deviazione e spiazza Handanovic. L'Inter sembra sotto shock.

75′ - Cambio per il Palermo, dentro Balogh fuori Nestorovski. Al 27', poco dopo il suo ingresso in campo, Candreva scodella un traversone perfetto per Icardi, che di testa realizza l'1-1. Posavec infatti chiude da spettatore. Ancora senza la giusta distanza tra i reparti, l'Inter prova a costruire gioco, ma fatica ad andare in verticale e a sfruttare le sovrapposizioni sulle corsie. Quattro nitide palle gol collezionate dai nerazzurri, pericolosi con Medel, Perisic, Miranda e Murillo, mentre ancora Icardi latita in attacco.

Inter-Palermo 1-1: la falsa partenza di De Boer & C.

Palermo (3-5-1-1): Posavec; Goldaniga, Vitiello, Andelkovic; Rispoli, Gazzi, Hiljemark, Chochev, Aleesami; Quaison; Nestorovski. E la svolta non tarda a venire: proprio l'ex laziale crossa a centro area e Icardi trova il suo primo gol stagionale con una girata sul palo più lontano.

De Boer cerca alternative, inserendo Candreva per un deludente Perisic (si rivelerà il cambio decisivo) e il giovane Miangue per Santon, fischiato al momento della sostituzione. Parlo del gruppo, se mi metto a parlare delle qualità dei singoli finiamo domani mattina. Da un suo "muro" su Eder nasce il gol del vantaggio del Palermo. Molto caldo anche a Milano. Medel resta l'uomo più pericoloso, ma la mira non è certo delle migliori. La sua uscita dal campo complica i piani di Ballardini. L'Inter per oltre 30' è solo passaggini inutili, molli: zero movimento senza palla. E' alla prima da titolare in campionato, per entrare nei meccanismi serve tempo.

Kondogbia 5 - Ancora una prestazione insufficiente.


Popolare

COLLEGARE