E' morta la stilista Marta Marzotto, aveva 85 anni

Il rapporto tra i due cessa improvvisamente dopo circa venti anni. iframe width="420" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/1VZijlXI8Gs" frameborder="0" allowfullscreen /iframe Marta Marzotto è morta dopo una breve malattia vissuta nella massima riservatezza circondata dall'affetto di tutti i suoi figli e nipoti.

Animatrice di salotti, stilista e disegnatrice di gioielli, nel 2006 Marta Marzotto viene condannata in primo grado dal Tribunale di Varese a otto mesi di carcere col beneficio della condizionale perché responsabile di aver riprodotto nel 2000, senza averne titolo, alcune opere in suo possesso, tra cui diversi quadri che la ritraggono, oltre a 700 serigrafie del pittore Renato Guttuso, i cui diritti legalmente sarebbero spettati al figlio.

E' morta la stilista Marta Marzotto, aveva 85 anni

Un annuncio dolcissimo su twitter per salutare la sua nonna che non c'è più "Ciao nonita mia" da parte di Beatrice Borromeo.

Malata da tempo, da qualche giorno era ricoverata in una clinica milanese dove poi è morta. Ammirata anche da tanti personaggi influenti fra i quali il Presidente della Repubblica Sandro Pertini, era nata a Reggio Emilia il 24 febbraio 1931 e fra le risaie della Lomellina aveva cominciato a lavorare in gioventù come mondina seguendo le orme della madre. Da lì e' iniziata la storia: apprendista sarta e poi, grazie al fisico che le dava ragione, modella di successo nella sartoria delle sorelle Aguzzi, di Milano. Proprio nell'ambiente della moda, all'inizio degli anni cinquanta, conosce il conte Umberto Marzotto, vicentino di Valdagno, comproprietario con altri fratelli dell'omonima industria tessile. Si sposano nel 1954 e dalla loro unione durata 15 anni sono nati cinque figli: Paola (nata nel 1955), Annalisa (nata nel 1957, morta nel 1989), Vittorio Emanuele (1960), Maria Diamante (1963) e Matteo (1966). Con Renato Guttuso la relazione durò 20 anni. Il 29 luglio 2016 muore Marta Marzotto. Il suo salotto romano, infatti, ha visto durante gli anni d'oro raccogliere le più alte cariche e rappresentanze del mondo dell'arte, della politica, della cultura e della società italiana e internazionale.


Popolare

COLLEGARE